Bormio 360
Bormio
Tappa 8

Sentiero dei Ghiacci

Malga dell'Alpe - Forni

KM
13 Km
  • parconazionaledellostelvioParco Nazionale dello Stelvio
  • bikerespertoBiker esperto
  • singletrackSingle track

Tappa interessante dal punto di vista naturalistico che sovrasta l’abitato di Santa Caterina Valfurva.


Dalla Valle del Gavia alla Valle dei Forni attraversando la montagna simbolo della Valfurva: il Tresero. 

In queste zone, già dall’Ottocento nacquero le prime forme di alpinismo moderno: i forestieri servendosi di guide locali compivano le prime ardite ascensioni sulle nostre montagne e sui ghiacciai dove ancor oggi si trovano rifugi e bivacchi costruiti sopra i 3.000 mt di altitudine.

Dettagli


Dalla Malga dell’Alpe si percorre il nuovo sentiero S519 che sovrasta la strada statale 300 del Passo Gavia, fino all’incrocio con la sterrata che porta all’attraversamento della stessa. Qui si scende da un sentiero a tornanti nel bosco che porta al Ponte delle Vacche.

ATTENZIONE: Fino al completamento dei lavori programmati, si deve scendere lungo la strada provinciale fino all’incrocio della viabilità per il Ponte delle Vacche. 

Si risale lungo il sentiero S561 verso l’Alpe Tresero tutt’oggi in disuso e si prosegue per il dosso Tresero dove è possibile fare una sosta per uno spuntino al sacco ed ammirare il vasto panorama sulla Valfurva. Si continua percorrendo il sentiero S525 che conduce prima ai pascoli dell’Alpe Cerena e poi al Rifugio Stella Alpina dove è possibile sostare. Da qui la tappa prosegue lungo la strada asfaltata che porta al Rifugio Forni.

Info tecniche

Bussola
  • Difficoltà: Medio
  • Distanza: 13,12 Km
  • Durata trekking: 4:15 h
  • Quota max: 2351 m
  • Quota min: 2006 m
  • Dislivello salita: 602 m
  • Dislivello discesa: 753 m
  • Pend. max. salita: 24%
  • Pend. max. discesa: 24%
  • Percorribilità: Giugno - Novembre

Dettagli


Il percorso è tecnico, si percorre il nuovo sentiero S519 che sovrasta la strada statale 300 del Passo Gavia verso la località Plaghera, si attraversa il ponte delle Vacche e si sale sul Dosso Tresero dove è possibile fare una sosta per uno spuntino al sacco ed ammirare il vasto panorama su tutta la Valfurva. Un single track molto tecnico porta a prima ai pascoli dell’Alpe Cerena e poi al Rifugio Stella Alpina dove è possibile sostare. Da qui la tappa prosegue lungo la strada asfaltata che porta al Rifugio Forni.

La tappa è piuttosto lunga su sentiero di alta montagna ed è consigliata solamente a biker esperti.

Variate Easy: Per chi volesse raggiungere la partenza della tappa 9 in località Forni evitando i tratti più tecnici, può optare per scendere lungo la strada provinciale fino al maggengo di Plaghera, prendere il sentiero S508 e scendere fino a Santa Caterina lungo il Sentiero delle Sorgenti, per poi proseguire sulla strada carrozzabile asfaltata fino al parcheggio dei Forni.

Clicca per vedere la mappa della variante easy su ValtellinaOutdoor

Punti di ricarica: Malga dell’Alpe e Rifugio Stella Alpina.

Info tecniche

Bussola
  • Difficoltà: Difficile
  • Distanza: 13,12 Km
  • Quota max: 2351 m
  • Quota min: 2006 m
  • Dislivello salita: 602 m
  • Dislivello discesa: 753 m
  • Pend. max. salita: 24%
  • Pend. max. discesa: 24%
  • Percorribilità: Giugno - Novembre
  • Consumo batteria: Medio

Scopri anche altre tappe

1
KM
11,8 Km

Sentiero dell'acqua

Pravasivo - Torri di Fraele

Scopri la tappa
2
KM
12 Km

Sentiero Decauville

Torri di Fraele - Arnoga

Scopri la tappa
3
KM
19 Km

Sentiero del Conte

Arnoga - Malga San Colombano

Scopri la tappa
4
KM
17 Km

Sentiero delle Malghe

Malga San Colombano - Alpe Zandilla

Scopri la tappa
5
KM
18 Km

Sentiero dei Minerali

Alpe Zandilla - Palazzetto dello sport Sondalo

Scopri la tappa
6
KM
9 Km

Sentiero de li strìa

Palazzetto dello sport Sondalo - Fontanaccia

Scopri la tappa
7
KM
12,7 Km

Sentiero dei Rododendri

Fontanaccia - Malga dell'Alpe

Scopri la tappa
8
KM
21 Km

Sentiero Confinale

Forni - Fantelle

Scopri la tappa
9
KM
8,5 Km

Sentiero dei Maghét

Fantelle - Pravasivo

Scopri la tappa
Indietro
Avanti
img1

Un’avventura
per tutti,
vivila nel modo
giusto.

trekking

Con i suoi 140 km e i 6.000 m di dislivello complessivo, Bormio 360 è uno dei migliori itinerari a livello Europeo. Richiede sicuramente un livello sufficiente di preparazione fisica, buona agilità ed esperienza. Si consiglia l’accompagnamento di una guida MTB esperta o un accompagnatore di media montagna.

1

Segui sempre i sentieri tracciati Bormio 360.

Percorri solo sentieri autorizzati e rispetta i divieti.

Motivo

2

Proteggi la natura, non inquinare.

Non spaventare mai gli animali, non lasciare rifiuti ed evita brusche frenate (erosione del suolo).

3

Fai attenzione ad abbigliamento e attrezzatura.

Controlla la tua attrezzatura e usa sempre casco e guanti.

arrow
arrow

4

In montagna siamo tutti amici.

Dai sempre la precedenza a pedoni ed escursionisti, avvisa della tua presenza in anticipo, adegua la tua velocità alle diverse situazioni e non oltrepassare i tuoi limiti.

5

Conosci te stesso, rispetta i tuoi limiti.

Pianifica le tue escursioni in anticipo. Una Guida MTB o un accompagnatore di media montagna sono sempre consigliati!

img2

Enti e istituzioni partner

img
img
img
img
img
Indietro
Avanti